Rata del mutuo: americani sempre in difficoltà

di Fil Commenta

 Per tante famiglie in Italia e non solo il pagamento della rata del mutuo è spesso un problema. Lo è in quanto spesso rispetto al passato il reddito familiare si è ridotto a causa della crisi, e conseguentemente togliendo i soldi per pagare la rata del finanziamento ipotecario, e le spese obbligate, capita di non poter arrivare a fine mese. D’altronde sono parecchie decine di migliaia le famiglie che in Italia si sono avvalse della moratoria sui mutui prima casa, potendo così non pagare le rate almeno per un periodo pari a dodici mesi consecutivi. La situazione da questo punto di vista è ancora difficile, il che non a caso ha indotto di recente l’ABI, Associazione Bancaria Italiana, d’intesa con tredici Associazioni di Consumatori, a varare la seconda proroga, di altri sei mesi, sulla moratoria dei mutui prima casa ad uso residenziale.

Ma le difficoltà attualmente si riscontrano anche in America, dove tra l’altro il mercato immobiliare continua a risentire, e non poco, dell’onda lunga, un vero e proprio tsunami, generatasi con lo scoppio della bolla, nell’anno 2007, dei cosiddetti mutui subprime, ovverosia i finanziamenti ipotecari senza solide garanzie reali.

E così, in accordo con quanto riportato dal portale di comparazione online Supermoney.eu, è crisi anche in America a fronte di un aumento delle famiglie a stelle e strisce che non riescono a pagare le rata del finanziamento ipotecario. In particolare, stando agli ultimissimi dati forniti negli USA dalla MBA, la Mortgage Bankers Association, nel secondo trimestre del 2011 i prestiti in sofferenza in America sono aumentati leggermente, passando dall’8,32% del primo quarto 2011 all’8,44% del periodo aprile-giugno del corrente anno. Gli Stati americani dove la crisi da questo punto di vista si sta facendo sentire di più, con ripercussioni negative a carico delle famiglie statunitensi, sono quelli di New York, California, Illinois, New Jersey e Florida.