Mutuo a tasso variabile di BNL

di Sofia Martini Commenta

La BNL con la campagna promozionale del 2013, ha deciso di abbassare i tassi d’interesse su tutti i prodotti. Scopriamo insieme le specificità del mutuo variabile

Il mutuo a tasso variabile, soprattutto sul medio periodo, è considerato ancora il prodotto più conveniente in circolazione. Se poi ad erogare questo servizio è una banca che per il 2013 ha deciso di abbassare i tassi “in modo pazzesco”, allora è facile trovarsi davanti al miglior prodotto del periodo.

La BNL è questa banca e propone un mutuo a tasso variabile per l’acquisto della prima o della seconda casa e per la ristrutturazione.

L’importo finanziabile è al massimo del 70 per cento del valore dell’immobile per l’acquisto, mentre il loan to value scende al 30 per cento del valore dell’immobile nel caso il cui il prestito sia chiesto per coprire i lavori di ristrutturazione. Insomma, all’abbassamento dei tassi, non corrisponde la convenienza della percentuale dell’importo finanziabile.

Di certo vale la pena fare una simulazione del piano d’ammortamento in una delle filiali della Banca Nazionale del Lavoro presenti sul territorio italiano. I rimborsi possono essere fatti in 10, 15, 20, 25 e 30 anni. Il tasso Euribor di riferimento è quello a 1 mese cui si deve aggiungere uno spread che varia dal 2,80 per cento al 3,20 per cento in base alla durata del rimborso, da 10 a 30 anni.

In promozione fino al 15 marzo.