Mutui alle imprese di Banca Marche

di Fil 1

 Banca Marche, oltre a proporre alla clientela retail un’ampia gamma di mutui ipotecari, ha anche un’offerta di mutui a favore delle imprese; quattro, in particolare, sono le tipologie di mutui ipotecari proposti alle PMI: il Mutuo a Tasso Fisso, il Mutuo a Tasso Variabile, il Mutuo a Tasso Fisso con Ammortamento Differito, ed il Mutuo a Tasso Variabile con Ammortamento Differito. Per tutte queste tipologie di mutui, a fronte dell’importo erogato, ed a garanzia del rimborso del mutuo stesso, è prevista l’iscrizione di un’ipoteca su immobili a favore di Banca Marche. Con la formula del Mutuo a Tasso Fisso, la PMI può stipulare un finanziamento ipotecario con durata massima consentita fino a dieci anni, e rata fissa ed invariata per tutta la durata del piano di ammortamento, mentre la formula del Mutuo a Tasso Fisso con Ammortamento Differito proposta da Banca Marche prevede la concessione di un finanziamento ipotecario con le stesse caratteristiche del Mutuo a Tasso Fisso, ma con la possibilità di andare a differire l’avvio del piano di ammortamento.

In particolare, con questa tipologia di mutuo l’impresa può pagare, in caso di rateizzazione semestrale, la prima rata a partire da un massimo di 18 mesi da quando gli importi sono stati erogati. In questo modo, con l’ammortamento differito, l’impresa può accumulare maggiori risorse finanziarie, ai fini del saldo della rata, derivanti dall’attività aziendale ordinaria.

Il Mutuo a Tasso Variabile, ed il Mutuo a Tasso Variabile con Ammortamento Differito di Banca Marche per le imprese, vengono allo stesso modo proposti per durate fino a dieci anni e con le modalità di ammortamento differito così come sopra descritte per la formula di finanziamento ipotecario a tasso fisso; a cambiare in questo caso è la tipologia di tasso che, essendo indicizzata al variabile, prevede a carico dell’impresa il pagamento della rata con una quota di interessi allineata alle vigenti condizioni di mercato.

I commenti sono disabilitati.