Variabile con cap: l’offerta di CheBanca!

di Redazione Commenta

I vantaggi del mutuo variabile con cap sono chiari all’aspirante mutuatario perchè questo particolare prodotto dà la possibilità di approfittare dei tassi molto vantaggiosi e mette al sicuro i debitori da un possibile risanamento della condizione economica con il conseguente aumento dei tassi.

Tra le offerte migliori del periodo, censite da Mutuisupermarket, c’è il variabile con cap di CheBanca! che propone un Taeg di partenza del 3,90 per cento con un tasso massimo del 6,30 per cento.

Il Taeg è definito dal tasso, dalle spese inizialil, da quelle ricorrenti e dall’imposta sostitutiva. A sua volta il tasso è composto dall’Euribor 3 mesi che è fermo allo 0,19 per cento e lo spread applicato dalla banca che equivale al 3,50 per cento.

Per quanto riguarda le spese, CheBanca! chiede al mutuatario di anticipare 1775 euro per l’istruttoria, la perizia e l’assicurazione scoppio e incendio che è obbligatoria. In più c’è da mettere in contro l’imposta sostitutiva di 350 euro.

Il mutuo, una volta definito può essere usato per l’acquisto della prima casa, prevede l’erogazione dei fondi all’atto e l’addebito della rata sul conto corrente. Il loan to value è nella media del periodo, fermo all’80 per cento del valore dell’immobile, partendo da un minimo finanziamento di 50 mila euro.