Mutuo euribor: come sfruttare la tempesta finanziaria

di Fil Commenta

In questi ultimi giorni sui mercati finanziari s’è scatenata una tempesta, che prima ha colpito i titoli del debito pubblico italiano e spagnolo, e poi ha innescato una raffica di vendite sull’azionario anche a seguito della decisione dell’Agenzia S&P di abbassare il rating sull’America. Ma non tutte le tempeste finanziarie vengono per nuocere; se chi ha azioni in portafoglio si sta leccando le ferite, lo stesso non dicasi per chi sta pagando o si appresta a stipulare un finanziamento ipotecario a tasso variabile, ed in particolare un mutuo euribor. Sono tornati infatti a spirare i venti di una nuova recessione, e puntualmente il tasso interbancario, dopo una lenta, progressiva e persistente ascesa, ora è tornato con un orientamento al ribasso.

Insomma, come messo tra l’altro in risalto dal portale di annunci immobiliari online Idealista.it, la tempesta finanziaria ha portato comunque a qualcosa di buono, allo stesso modo di quando scoppio la crisi dei mutui subprime in America ed il costo del denaro, tasso euribor compreso, crollò vertiginosamente.

Si è arrivati al punto che tutte le previsioni delle scorse settimane, fatte anche da prestigiosi analisti, sono da rivedere. Questo perché nei giorni scorsi la Bce, Banca centrale europea, nel lasciare invariati i tassi di interesse ha lasciato intendere come ora la politica monetaria non sia più restrittiva, ma nuovamente accomodante. Anzi, da un paio di giorni la Bce sta portando avanti un massiccio piano di acquisto di titoli di Stato italiani e spagnoli al fine di arginare la speculazione sui debiti sovrani dei due Paesi. Insomma, lo scenario, in maniera clamorosa e per certi versi inaspettata, è cambiato radicalmente. Al punto che la rata mensile dei mutui a tasso variabile nelle prossime settimane, a favore delle famiglie che stanno pagando un finanziamento ipotecario indicizzato all’euribor, potrebbe iniziare a scendere di importo.