Mutui ristrutturazione di Poste Italiane

di Fil Commenta

 Il piano di ammortamento parte da 5 e può arrivare fino a 30 anni a fronte di importi richiedibili che possono arrivare fino al 100% delle spese indicate nel preventivo e comunque non oltre il 40% del valore dell’immobile. Sono queste le principali caratteristiche del “Mutuo Ristrutturazione” di Poste Italiane, un finanziamento ipotecario sottoscrivibile attualmente con uno spread pari all’1,35%, e spese accessorie in misura fissa e contenuta; i costi di perizia sono infatti pari a 216 euro, mentre quelli per l’istruttoria pari a soli 100 euro. Il tutto a fronte di poter scegliere, per il “Mutuo Ristrutturazione” di Poste Italiane, diverse formule per quel che riguarda la tipologia di tasso e l’importo della rata. Tra le soluzioni più adatte alle proprie esigenze, infatti, Poste Italiane per il “Mutuo Ristrutturazione”, ideale per rinnovare la casa,  propone la formula del “Mutuo a Tasso Fisso”, del “Mutuo a Tasso Variabile”, ma anche il “Mutuo a Tasso Misto”, il “Mutuo a Rata Decrescente“, il “Mutuo I.S.I. Inizio Solo Interessi”, ed il Mutuo Affitto, un prodotto con la rata costante e la durata variabile.

Particolarmente interessante, magari per i giovani che devono ristrutturare la casa, è il Mutuo I.S.I. Inizio Solo Interessi di Poste Italiane. Questo perché il prodotto offre da un lato la tranquillità del tasso fisso, e dall’altro, per la durata del piano di ammortamento, dei periodi iniziali caratterizzati dal pagamento di rate che sono più basse.

Anche il Mutuo Affitto è un prodotto interessante in quanto permette di pagare da un lato una rata fissa, come se si pagasse mese dopo mese il canone del locazione, e dall’altro si possono continuare a sfruttare i vantaggi del tasso variabile. Questo perché attualmente il mutuo variabile rispetto a quello a tasso fisso, per effetto dello scarto tra l’euribor e l’irs, permette al contraente di risparmiare in quanto paga una minor spesa per interessi.