Mutui: il punto sulle case di proprietà

di Redazione Commenta

Nel nostro Paese le persone fisiche posseggono il 38,1% del totale degli immobili di proprietà ad uso abitativo; e di questi, inoltre, il 9,6% è in affitto, mentre l’11,6% viene tenuto a disposizione. Sono questi alcuni dei dati interessanti emersi da “Gli immobili in Italia 2011“, un Rapporto che nei giorni scorsi è stato presentato a Roma, e che fotografa quella che è non solo in Italia la distribuzione del patrimonio immobiliare, ma anche l’evoluzione del reddito e della ricchezza dei cittadini proprio sulla base di quello che nel nostro Paese da sempre viene considerato un bene rifugio. Per quel che riguarda invece gli immobili che non sono di proprietà delle persone fisiche, in accordo con quanto riportato dall’Agenzia del Territorio, questi nell’82% dei casi risultano essere in possesso di soggetti giuridici piccoli e medi, ma anche micro imprese. Il tutto a fronte di quasi il 50% di queste proprietà che risulta essere ubicato nelle aree dei distretti industriali.

In merito al Rapporto presentato ed illustrato a Roma nel corso di un convegno, il Direttore Generale delle Finanze, Fabrizia Lapecorella, ha posto l’accento sul fatto che il progetto di banca dati integrata degli immobili sta diventando sempre di più uno strumento centrale per quel che riguarda la gestione della fiscalità; con la conseguenza che si è andati a valorizzare e ad arricchire quello che è il patrimonio informativo, peraltro già enorme, in possesso da parte dell’Amministrazione finanziaria dello Stato.

Al convegno, tra gli altri, era presente anche il Presidente dell’Istituto Nazionale di Statistica (Istat), il Prof. Enrico Giovannini, che ha preso parte al dibattito, successivo alle presentazioni, con il Dott. Daniele Franco, che ricopre l’incarico di Capo Servizio di Struttura Economica e Finanziaria della Banca d’Italia. Dal Rapporto “Gli immobili in Italia 2011”, tra l’altro, è emerso anche che ammonta a ben 6.335 miliardi di euro in Italia il valore del patrimonio residenziale.