Mutui casa Banca Etica per l’efficienza energetica

di Redazione Commenta

Banca Etica, in linea con la propria mission, propone formule di finanziamento di tipo ipotecario, fondiario o chirografario con la finalità di migliorare l’efficienza energetica. In particolare, per chi di una casa è già proprietario Banca Etica, con la formula del finanziamento chirografario, propone il prodotto denominato “Mutuo Chirografario Ristrutturazione Efficiente” che ha come finalità quella di andare a coprire con la concessione del credito le spese per effettuare nell’abitazione interventi di efficienza energetica in ragione di almeno il 50% degli importi erogati dall’Istituto. In particolare, ed in base alle specifiche esigenze del cliente, con il “Mutuo Chirografario Ristrutturazione Efficiente” è possibile ottenere da Banca Etica il credito necessario sia per interventi di ristrutturazione standard, sia, nel rispetto della percentuale minima sopra indicata, per interventi di efficienza energetica quali la sostituzione degli infissi, il cambio della caldaia, l’isolamento termico o l’installazione sull’edificio di pannelli solari termici per l’ottenimento, grazie all’inesauribile fonte solare, di acqua calda ad uso domestico.

Il “Mutuo Chirografario Ristrutturazione Efficiente” è tra l’altro un prodotto che garantisce sui costi effettuati un risparmio fiscale in virtù della possibilità di fruire delle detrazioni dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef) al 36% per i classici interventi di ristrutturazione, e quelle al 55% per gli interventi di riqualificazione energetica. Per chi una casa invece la deve comprare, Banca Etica propone, con la formula tecnica del mutuo fondiario o del mutuo ipotecario, il prodotto “Mutuo Prima Casa Acquisto e Ristrutturazione Efficiente“.

Il finanziamento immobiliare viene in particolare concesso a patto che l’unità immobiliare acquistata sia almeno di classe energetica “B”. In questo modo Banca Etica con questo mutuo punta ad incentivare l’acquisto di case a basso consumo anche in linea con la recente normativa sulle nuove costruzioni che impone il rispetto di standard minimi per quel che riguarda l’efficienza ed il consumo energetico degli immobili.