Aumenta del 4% la domanda di mutui ad agosto 2013

di Redazione Commenta

Per il settore dei mutui si è chiuso in modo positivo il mese di agosto 2013. Dopo molti mesi di continua contrazione,  nell’ ottavo mese dell’ anno è tornata a salire la domanda per questo tipo di finanziamento finalizzato all’ acquisto di immobili.

Alcuni studi realizzati dal Crif hanno infatti rilevato che la domanda di accensione di mutui nel mese di agosto 2013 ha subito un incremento del 4,1%, in un certo senso andando a confermare una tendenza di crescita positiva che si era affacciata già dal mese di luglio.

Gli interventi per i mutui all’interno del Decreto IMU

A partire dal settimo mese dell’ anno, infatti, per il settore dei mutui sembra essersi impostata una inversione di tendenza rispetto ai continui cali che invece si erano potuti registrare nei mesi passati e, andando indietro nel tempo, fino a circa due anni e mezzo fa. Inoltre è necessario sottolineare che nel corso dei primi sei mesi del 2013 la domanda di mutui aveva fatto registrare in Italia i suoi minimi storici.

Le previsioni sui tassi d’interesse 2013

Ma gli esperti di settore sostengono che dalla presente crescita di agosto rispetto all’ anno passato si possa ben sperare in una inversione di tendenza a breve.

Nel frattempo, dunque, si fanno anche i conti con i dati che sono compresi in questa ripresa della domanda. L’ ammontare medio di un mutuo rimane più  tendente verso i basso e si situa sui 126.167 euro, di poco inferiore alla media dei primi sei mesi del 2013.

Per quanto riguarda invece la durata preferita, resta molto alta in Italia, con la prevalenza di mutui tre i 25 e i 30 anni. Le persone che più frequentemente accendono un mutuo hanno una età compresa tra 35 e 44 anni.