Voi fate la casa, Barclays vi mette il tetto. Al mutuo…

di Redazione Commenta

Per quelli che non si sono ancora cimentati nell’impresa, oggi vogliamo provare a spiegare come si fa a costruire una casa: si comincia prendendo il denaro necessario allo scopo, per chi ce l’ha buon per lui mentre chi non ce l’ha può valutare l’ipotesi di accendere un mutuo; secondariamente si contatta un buon architetto per il disegno del progetto, quindi un’impresa edile cui si dà l’incarico di eseguire lo stesso. A questo punto si comincia dalle fondamenta: si scava, si getta il cemento, e poi di lì si sale fino ad arrivare al tetto. Non ce ne vogliano gli altri, ma il tetto è l’elemento più necessario tra tutti quanti quando si deve costruire una casa. Che ne direste se il tetto ve lo facesse Barclays?Non sarebbe, questo è vero, una costruzione tangibile. Eppure scommettiamo che sarebbe una soluzione gradita ai più, dato che si tratta di andare a posizionare un tetto massimo al tasso di interesse applicato al mutuo, ovverosia quel supplemento che vi toccherà andare a rimborsare all’istituto erogante, in questo caso Barclays appunto, per “ringraziarlo” di aver ottenuto una cifra tanto importante in prestito quando avete cominciato i lavori. Barclays offre infatti, attraverso una promozione agevolata valida fino al 30 giugno prossimo, un Mutuo a Tasso Protetto che può essere una soluzione di tranquillità nel caso siate intenzionati ad acquistare un’abitazione.

Mutuo a Tasso Protetto contiene una promessa: il tasso variabile, una scelta che Barclays opera al posto vostro, non potrà mai sforare la quota del 5,50%. Vi sembra alto? Provate a pensare a come si stava solamente un anno e mezzo fa, quando la crisi stava per esplodere e l’Euribor saliva vertiginosamente di mese in mese fino ad attestarsi attorno alla quota del 5,50%, guarda il caso proprio quella offerta. Barclays, insomma, vi pone al riparo per un investimento, come il mutuo, che avendo durata anche trentennale non può essere preventivato “in partenza” in tutte le sue dinamiche. Concordate con noi che il tetto è davvero fondamentale?