Mutuo acquisto casa: i prezzi sono un problema

di Fil Commenta

Per quel che riguarda gli acquisti di case, e di riflesso i mutui, in Italia il mercato risulta essere condizionato e frenato da due fattori: i prezzi degli immobili ancora troppo alti, nonostante il ridimensionamento degli ultimi tre anni, e la stretta sul credito, ovverosia la bassa propensione delle banche, rispetto al passato, ed in particolare al periodo pre-crisi, ad erogare a favore dei privati e delle famiglie i mutui. Questo è quanto, in sintesi, è emerso da un Rapporto a cura di Idealista.it, portale di annunci immobiliari online che, grazie anche ad un vastissimo database, riesce con le proprie elaborazioni ad avere il polso del mercato.

Importante è anche la view degli agenti immobiliari verso il mercato; ebbene, sempre in base al sondaggio di Idealista, oltre otto professionisti su dieci non si aspettano dal mercato grandi cambiamenti. Questo proprio a causa dei due fattori sopra elencati; in particolare, le banche, zavorrate dalle sofferenze, ed alle prese spesso con vaste operazioni di ricapitalizzazione, al momento non sembrano aprire come dovrebbero il portafoglio anche per ragioni di controllo del rischio.

Ma ci sono anche i proprietari di immobili che molto spesso sono disposti a cedere l’asset solo a prezzi che sono troppo alti in ragione di quotazioni che tengano conto dell’attuale scenario macroeconomico, finanziario e congiunturale. E per quel che riguarda la scelta del mutuo, in accordo con un articolo apparso su HelpConsumatori, le famiglie possono far leva su un comparatore online, ad esempio Supermoney.eu, che confronta ben 40 banche e che quindi può permettere di trovare la soluzione di finanziamento ipotecario più adatta alle proprie esigenze. Con il comparatore, tra l’altro, si possono confrontare non solo mutui per l’acquisto della casa, ma anche mutui per la portabilità, ovverosia per la surroga che, per Legge, non prevede costi accessori a carico del cliente.