Mutui per giovani coppie con il sostegno statale

di Fil Commenta

A chi è una giovane coppia, con entrambi aventi un’età sotto i 35 anni, ricordiamo che è attualmente attiva una misura agevolativa statale legata a “Diritto al Futuro“, un piano di sostegno alla gioventù promosso dall’attuale Governo in carica, ed in particolare dal Ministero competente. La misura consiste nella garanzia sull’importo del mutuo erogato dalla banca a patto che si tratti di acquisto di immobili che non sono di lusso, e comunque per importi mutuati che non superino il livello dei 200 mila euro. Con i fondi stanziati l’obiettivo è quello di agevolare su tutto il territorio nazionale ben 10 mila tra giovani coppie e famiglie composte da un solo genitore con figli a carico. La garanzia statale, che scatta in caso di insolvenza, permette infatti alle giovani coppie di accedere con più facilità al credito e, nel caso indicato, alla stipula di un mutuo immobiliare.

Diritto al Futuro“, in particolare, è un piano di sostegno, con tutta una serie di misure previste, per chi non ha un lavoro stabile. Non a caso la giovane coppia, per accedere al mutuo con le agevolazioni, deve avere un reddito per cui non più del 50% di questo deve derivare da contratti di lavoro a tempo indeterminato. Inoltre, tra gli altri requisiti da rispettare c’è quello per cui la giovane coppia non deve essere proprietaria di altre case, e deve stipulare il mutuo per l’acquisto di abitazioni la cui superficie non superi i 90 metri quadrati.

Per chi giovane coppia, invece, un mutuo lo paga già ma è in difficoltà, ricordiamo che è ancora aperto, nel rispetto dei requisiti, l’accesso alla moratoria sui mutui nell’ambito dell’accordo tra l’ABI, Associazione Bancaria Italiana, e le Associazioni dei Consumatori. Questo a seguito di una proroga di ulteriori sei mesi che può permettere a chi è in difficoltà con le rate di ottenere un congelamento dei pagamenti per un periodo pari a dodici mesi consecutivi.