Lazio: mutuo sociale piano casa

di Laura Commenta

Il pensiero ricorrente per le giovani coppie che decidono di mettere sù famiglia é ovviamente quello della casa, tra prezzi degli immobili che non diminuiscono, tassi che pur al minimo danno vita a rate insostenibili… la maggior parte delle famiglie é costretta a stipulare mutui per 20, 30 e anche 40 anni. L’emergenza abitativa é un problema che tocca tutta la penisola e diverse sono le soluzioni da parte delle autorità locali, laddove ce ne siano. Il presidente della Regione Lazio Renata Polverini, a margine della presentazione di due volumi della Caritas dedicati alla comunita’ cinese, che si e’ svolta stamattina a Roma presso la sede della Regione Lazio ha sottolineato che il mutuo sociale non manca, per essere messo in moto ha bisogno del finanziamento, quando ci sara’ il finanziamento trovera’ la norma corrispondente.

Il mutuo sociale non e’ una legge fine a se stessa – ha sottolineato il presidente -, e’ una legge che ha bisogno di un finanziamento, quindi siccome noi a dicembre faremo la nostra manovra di bilancio, in quella sede, se ci saranno le risorse, e ci saranno, perche’ e’ un impegno elettorale e quindi della Giunta, chiaramente ci sara’ anche la norma corrispondente. Bisogna accompagnare i ragazzi perche’ avranno un percorso piu’ difficile rispetto al nostro. In particolare per trovare un lavoro e avere una casa. La Regione Lazio sta mettendo in campo degli strumenti innovativi per aiutarli, come le borse di studio per i ragazzi meritevoli che hanno magari i genitori in cassa integrazione. Ci stiamo impegnando per garantire il mutuo sociale.

La Polverini ha anche sottolineato come sia stato rivoluzionato il processo formativo della Regione e chiesto ai rettori delle universita’ di collaborare con le aziende per inserire i giovani nel mondo del lavoro in modo che l’università non sia più solo teoricamente formativa, ma miri anche all’acquisizione di conoscenze pratiche.