Fondo di solidarietà da rifinanziare

di Redazione Commenta

Le famiglie in difficoltà con il pagamento delle rate del mutuo, possono chiederne la sospensione per un periodo variabile che non deve comunque superare i 18 mesi. Tutto dipende dal Fondo di Solidarietà. Chi ha perso il lavoro o si trova in una situazione di disagio economico che non poteva prevedere al momento della sottoscrizione del mutuo con il proprio istituto di credito, può chiedere una sospensione del pagamento della rate. E’ importante però rispettare i criteri previsti dalla legge.

In pratica la normativa in vigore spiega che possono chiedere la sospensione delle rate del mutuo, per un periodo massimo di 18 mesi, i mutuatari che non sono più in grado di pagare le rate a causa del cambiamento della loro condizione lavorativa e quindi economica.

Fino a questo momento hanno beneficiato del fondo, che consente alle banche di sospendere il pagamento delle rate del mutuo dei loro clienti, ben 22 mila famiglie. L’adesione elevata alla proposta deriva dal peggioramento delle condizioni economiche del nostro paese.

Peccato che per il 2013 siano ancora a disposizione del fondo soltanto 10 milioni di euro che non basteranno a soddisfare tutte le richieste. Per questo enti ed associazioni si sono riuniti attorno ad un tavolo tecnico per studiare un sistema di rifinanziamento di quello che può essere considerato a tutti gli effetti un ammortizzatore sociale.