Sospensione rata mutuo con Banca Popolare di Spoleto

di Fil Commenta

 A favore dei nuclei familiari che versano in condizioni di disagio economico a causa della crisi, nei mesi scorsi anche la Banca Popolare di Spoleto ha aderito al protocollo ABI – Consumatori per la sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei mutui. In questo modo, rispettando i requisiti richiesti, le famiglie che hanno stipulato un mutuo con la Banca Popolare di Spoleto possono fruire di un’agevolazione che prevede la sospensione del pagamento della quota capitale per una durata pari a ben dodici mesi anche a favore di quella clientela che presenta nei pagamenti ritardi fino ad un massimo di 180 giorni consecutivi. A tal fine, il personale delle filiali della Banca Popolare di Spoleto è a disposizione della clientela al fine di poter avere assistenza nell’accesso ad una misura per la quale, come accennato, occorre però rispettare alcuni requisiti previsti e definiti nel protocollo ABI – Consumatori.

Nel dettaglio, la sospensione del pagamento della quota capitale del mutuo può avvenire a patto che originariamente la famiglia abbia stipulato un mutuo per un importo non superiore a 150 mila euro con finalità non solo di acquisto, ma anche di costruzione o di ristrutturazione della prima casa ad uso residenziale.

Inoltre, ogni singolo mutuatario che ha stipulato il mutuo deve rispettare il vincolo di un reddito non superiore a 40 mila euro a fronte di eventi ed imprevisti familiari negativi avvenuti nel biennio 2009-2010 e che riguardano, tra l’altro, la cassa integrazione, il decesso, la perdita del posto di lavoro e/o l’insorgere di condizioni di non autosufficienza. Soddisfatti tutti i requisiti e le condizioni, i clienti della Banca Popolare di Spoleto possono recarsi, a partire dallo scorso 1 febbraio 2010, presso la filiale dove hanno acceso il mutuo per chiedere la sospensione del rimborso della quota capitale in merito ad eventi negativi a partire dal mese di gennaio dello scorso anno.