FIAIP: nell’acquisto di una casa affidati ad un agente immobiliare

di Redazione Commenta

L’acquisto di una casa è certamente una delle operazioni economiche più importanti nella vita. Prima di avventurarsi in questa decisione bisogna fare attenzione a molti aspetti per evitare di non incorrere in una sonora fregatura.

Per prima cosa bisogna affidarsi ad un agente immobiliare professionale, l’unico che garantisce e assicura che in fase di compra/vendita non ci sia nessun tipo di truffa.

Per sensibilizzare i cittadini verso questa tematica e sulle numerose truffe in cui ognuno di noi può incorrere sia sul web che tramite finti agenti immobiliari, la FIAIP (Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali) ha lanciato ad ottobre una campagna di comunicazione digitale.

L’iniziativa ha come pilastro centrale tre video, ciascuno da 45 secondi, in cui vengono raccontate tre storie tipo e altrettante situazioni differenti.

I video mettono in guardia i consumatori poco attenti dai rischi in cui possono ritrovarsi solo perché pensano di voler “risparmiare” e “raggiungere velocemente l’obiettivo” nel momento in cui vogliono acquistare una casa, vendere un immobile e/o affittare un locale commerciale. Contesti diversi che, comunicano al target i pericoli della disintermediazione immobiliare.

In occasione della presentazione a Roma della campagna che tutela i cittadini dalle trattative “fai da te” il Presidente Nazionale Fiaip Gian Battista Baccarini ha sottolineato come la Federazione “ha sempre lavorato per creare un circuito di sicurezza nella compravendita immobiliare, circuito che dovrebbe vedere uniti tutti gli attori della filiera contrattuale”.

“Da sempre – ha aggiunto – lavoriamo per unire le varie figure professionali che accompagnano il cliente nel percorso precontrattuale e in quello dei trasferimenti. Due fasi molto diverse che però avrebbero bisogno di essere integrate”.

Per questa prima campagna digitale di comunicazione, diretta al cittadino in genere e al cliente in particolare, FIAIP vuole comunicare in maniera moderna e infatti gli short video sono pubblicati sui social network. Si tratta della giusta strategia in quanto i video diventano virali con conseguente aumento della visibilità, che garantisce così di sensibilizzare il maggior numero di utenti sui rischi del “fai da te”.

“Chi promette al mercato di fornire valutazioni veritiere – ribadisce più volte la Federazione -, basandosi per le valutazioni immobiliari su algoritmi di cui nessuno conosce i codici, molto probabilmente non sa o non vuole sapere che la valutazione del bene casa è molto complessa, e che ogni unità immobiliare è diversa l’una dall’altra. Massificare le valutazioni può esser utile per le start up del web che vogliono svolgere le funzioni degli agenti immobiliari, ma non certo alle famiglie italiane che nell’acquisto della loro casa, mettono i risparmi di una vita”.

Di seguito gli altri 2 video della campagna