Campania, in calo mutui prima casa

di Sofia Martini Commenta

L’indagine di Mutui.it sull’andamento del mercato immobiliare nelle diverse regioni del nostro paese, continua e stavolta sotto esame ci sono i dati che arrivano dalla Campania.

Mutui.it ha analizzato 30 mila domande di mutui finalizzati all’acquisto della prima casa negli ultimi tre mesi in Campania. E’ stato notato che le somme richieste dai consumatori si sono decisamente contratte, si parla di un calo del 9%.

Se a dicembre 2010 i mutuatari si presentavano negli istituti di credito chiedendo circa 160.000 euro per coronare il sogno di una casa di proprietà, adesso i richiedenti un mutuo non vanno oltre i 145.500 euro.

Come accade anche nel resto d’Italia è aumentata l’età dei media dei richiedenti che oggi hanno almeno 37 anni. Questa informazione, unita alla precedente, dimostra che l’acquisto della casa è materia di chi ha qualcosa da parte, qualche risparmio da investire nel mattone.

Nel momento storico-finanziario che stiamo vivendo, infatti, chiedere ad una banca di finanziare il 100% del costo di un immobile, vuol dire accettare un rifiuto dell’istituto di credito. Oggi i campani si attestano su un loan to value pari al 62%, a fronte di una percentuale del 75% della fine del 2010.

Per quanto riguarda le scelte di un prodotto piuttosto che un altro, il 55% dei mutuatari scelgono il tasso fisso.

Se invece si analizzano gli importi chiesti divisi per provincia, si nota che a Napoli sono chiesti gli importi più elevati, circa 155.000 euro, mentre la provincia con gli importi più bassi richiesti è Avellino dove i mutuatari vogliono mediamente 125.000 euro di mutuo.