Identikit del mutuatario

di Sofia Martini Commenta

Chi sono i mutuatari di oggi? Lo spiega bene una ricerca del Gruppo Tecnocasa che individua negli over39 con un lavoro a tempo indeterminato, i principali richiedenti di mutui nel nostro paese.

Vediamo insieme l’identikit del mutuatario.

Premettiamo che il lavoro a tempo indeterminato non è tanto una parte dell’identikit del mutuatario quanto piuttosto una richiesta dell’istituto di credito che senza garanzie dal punto di vista lavorativo, stenta a concedere un credito.

Secondo Bankitalia nel terzo trimestre del 2011 la condizione degli aspiranti mutuatari è nettamente peggiorata tanto che nell’anno passato si può parlare di un calo dell’erogazione di mutui pari al 16 per cento.

Tecnocasa, invece, ha identificato i mutuatari tracciandone un identikit sulla base dei dati forniti dalle reti di mediazione creditizia Kiron ed Epicas.

Il risultato è che i mutuatari sono per il 75% uomini e per il 25% donne. In genere gli uomini sono meridionali. Nei primi sei mesi del 2011, l’81% dei mutuatari del Sud Italia erano di sesso maschile.

Sull’età media non c’è scampo: supera i 39 anni, forse perché le banche chiedono maggiori garanzie e propongono un loan to value sempre più basso che privilegia i risparmiatori “attempati”. L’87 per cento del campione analizzato, poi è rappresentato da persone con un lavoro a tempo indeterminato. Soltanto il 13% dei mutuatari ha un lavoro flessibile con contratto a partita Iva, a tempo determinato o di collaborazione.