Surroga mutuo con la Banca Popolare di Bari

di Redazione Commenta

Si chiama “Surplus“, ed è la formula finanziaria proposta dalla Banca Popolare di Bari per surrogare il mutuo acceso presso altre banche o società finanziarie potendo ottenere nello stesso tempo liquidità aggiuntiva. Il prodotto, infatti, permette innanzitutto, grazie alle norme vigenti, di poter trasferire il debito residuo relativo a mutui ipotecari di altre banche senza spese notarili che sono a carico della Banca “entrante”, ovverosia della Banca Popolare di Bari; a carico del mutuatario sarà solamente il costo relativo all’erogazione della liquidità extra. Sull’intero importo finanziato con il prodotto “Surplus“, la garanzia reale passa dalla vecchia alla nuova Banca subentrante, ovverosia alla Banca Popolare di Bari; il tutto a fronte della possibilità di poter andare ad associare al mutuo, al fine di salvaguardare e proteggere se stessi ed i propri cari da eventi ed imprevisti negativi di natura temporanea o definitiva, una polizza assicurativa.

Con “Surplus” è possibile andare a surrogare il finanziamento immobiliare con un piano di ammortamento avente una durata fino a ben 30 anni, potendo fruire di condizioni migliorative in termini sia di durata, sia di tasso di interesse applicato sulle rate, tipologia ed importo della rata mensile da pagare che può essere più bassa e quindi più sostenibile anche in rapporto alle mutate capacità di spesa e di risparmio del nucleo familiare.

La liquidità extra che con “Surplus” la Banca Popolare di Bari può concedere al contraente è pari alla differenza tra l’80% del valore dell’immobile e l’ammontare del debito residuo trasferito dalla vecchia alla nuova Banca; in ogni caso l’importo massimo della liquidità extra ottenibile con il prodotto è pari a 50 mila. Ad esempio, se l’immobile ha un valore pari a 100 mila euro, allora a fronte di un debito residuo pari a 50 mila euro con “Surplus” si può ottenere liquidità aggiuntiva fino a 30 mila euro.