Mutuo casa: come tagliare le spese

di Fil Commenta

Come si possono abbattere i costi di un mutuo? Ebbene, innanzitutto c’è da dire che le spese accessorie per la sottoscrizione di un finanziamento ipotecario, in accordo con quanto messo in risalto da Mutui.it, possono arrivare anche ad incidere fino al 10% dell’importo di mutuo erogato dall’istituto di credito. Di conseguenza, la scelta del mutuo “migliore” può far risparmiare al cliente bancario parecchie migliaia di euro; la prima cosa da fare è quella di non fermarsi alla prima proposta, ma bisogna comparare quante più offerte possibili di altre banche. I costi più elevati che incidono sul mutuo sono quelli per la perizia, le assicurazioni, l’istruttoria, l’onorario notarile, mentre quelle di entità minore, quando ci sono, sono quelle legate alle comunicazioni periodiche inviate dalla banca sul finanziamento ipotecario, i bolli e le spese di incasso della rate mensile.

Comunque non è conveniente sottoscrivere un mutuo con una banca che fa pagare le spese di perizia e d’istruttoria, se applica le commissioni di incasso rata, e se addirittura non offre nemmeno le polizze incendio sul fabbricati comprese nel finanziamento e, quindi, senza costi aggiuntivi. Questo perché ci sono banche in Italia che offrono mutui con tutte o quasi tutte le spese sopra citate a zero euro.

Poi bisogna chiaramente fare molta ma molta attenzione agli interessi applicati. Vanno bene le spese accessorie basse, possibilmente a zero euro su tutta la linea, ma serve anche che lo spread bancario applicato dall’Istituto sul mutuo non sia troppo alto e comunque in linea con la media di mercato. Altrimenti il risparmio si ottiene dalle spese accessorie ma poi si va a ripagare nel tempo con interessi caricati sulle rate oltre il dovuto. E prima di firmare il contratto occorre chiaramente leggere con estrema attenzione tutte le condizioni e le clausole; ed in caso di dubbi chiedere tempestivamente chiarimenti e delucidazioni.