Il variabile con cap di Webank

di Redazione Commenta

Spread the love

Webank si conferma la banca più conveniente tra quelle in circolazione e anche la proposta a tasso variabile con cap è assolutamente competitiva. Ecco quel che recensisce Mutuisupermarket.

La simulazione è quella di un mutuo di 140 mila euro che sia rimborsato in 25 anni. I vantaggi di questo prodotto sono nell’assenza si spese, nell’assicurazione obbligatoria gratuita e nel cap massimo che non supera i 6,5 punti percentuali.

Possono accedere al finanziamento descritto le persone fisiche residenti in Italia da almeno 3 anni, che non abbiano compiuto 60 anni e che riescano ad estinguere il finanziamento entro il 75esimo anno d’età.

Il mutuo deve essere usato per l’acquisto della prima o della seconda casa oppure per la ristrutturazione dell’immobile. E arriviamo così ai costi del mutuo. Il TAEG è del 3,80 per cento e comprende il tasso, le spese iniziali, quelle ricorrenti e l’imposta sostitutiva. Le spese iniziali sono pari a zero, così come le spese ricorrenti. Quindi sono gratis le spese d’istruttoria, quelle di perizia e l’assicurazione scoppio e incendio. In più si devono mettere in conto 350 euro d’imposta sostitutiva con la possibilità che questa imposta salga fino allo 0,25% dell’importo del mutuo erogato, oppure salga fino al 2 per cento in caso di operazione legata all’acquisto della seconda casa.