Mutui, le migliori offerte di febbraio 2016

di Sofia Martini Commenta

Le proposte bancarie più allettanti per il mese in corso, tra conferme e novità.

Sono disponibili anche per il mese di febbraio le offerte Unicredit Mutuo Valore Italia e i mutui Domus di Intesa Sanpaolo.

La prima, Unicredit Mutuo Valore Italia, propone offerte di mutuo a tasso variabile Euribor tre mesi, e spread al 1,50% per il mutuo a tasso fisso EurIrs 5-10-15-20 anni, solo per importi fino al 50% del valore della abitazione.

Si tratta di una soluzione che consente anche di controllare costantemente la propria posizione e il pagamento delle rate mediante il Tagliando.

La seconda, Mutuo Domus Fisso di Intesa Sanpaolo, per l’acquisto della prima abitazione offre un finanziamento fino all’ 80% del minore tra il prezzo di acquisto e il valore di perizia dell’immobile cauzionale. L’importo minimo che si può richiedere è pari a 30.000 euro e non c’è alcun limite di importo massimo. Mutuo Domus Fisso Piano Base contempla l’applicazione di un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento, diversificato in relazione al rapporto tra l’importo del mutuo e il minore fra il prezzo di acquisto e il valore di perizia dell’immobile cauzionale (Loan to Value).

 Tra le proposte di febbraio 2016 occorre menzionare anche quella di Mutuo BancoPosta Acquisto che, fino al 31 gennaio, ha uno spread promozionale all’1,85% su tasso variabile e misto e spread all’1,99% su tasso fisso. Lo spread sale al 3,50% su tasso variabile, con polizza incendio gratuita, e se si chiede fino all’80% del valore dell’immobile. Questo mutuo non prevede alcuna spesa di incasso rata e per le comunicazioni periodiche, ma sono richieste 300 euro sia per le spese istruttoria sia per le spese di perizia.

Bnl per questo mese di febbraio 2106 propone il Mutuo Spensierato a tasso fisso dedicato a lavoratori con contratto a tempo indeterminato che prevede un importo finanziabile di un massimo del 50% del valore dell’immobile per finalità liquidità ed estinzione passività e che prevede spese di istruttoria  per mutui che arrivano a euro 80.000,00 dell’1,25% calcolato sull’importo del finanziamento concesso, con importo massimo di 1.000 euro; per mutui che vanno da euro 80.000,01 a euro 130.000,00 dell’1% calcolato sull’importo del finanziamento concesso, con importo minimo di 800 euro e importo massimo di 1.300 euro; per mutui da euro 130.000,01 a euro 250.000,00 dello 0,90% calcolato sull’importo del finanziamento concesso, con importo minimo di 1.170 euro e importo massimo di 2.250 euro; e per mutui oltre euro 250.000,00 sempre dello 0,90% calcolato sull’importo del finanziamento concesso, con importo minimo e massimo di 2.500 euro.