Mutui casa con le rate più basse

di Redazione Commenta

La crisi finanziaria ed economica a conti fatti in questi ultimi anni non ha risparmiato nessuno, dai ricchi ai poveri, dalle persone fisiche alle imprese, e passando per tutti o quasi i principali settori della nostra economia. Anche il settore immobiliare italiano ne ha risentito visto che, tra l’altro, la prima fase della crisi, scoppiata nel 2007 in America, era legata proprio ai mutui ipotecari. E così anche in Italia, in quell’80% circa di famiglie che sono proprietarie di una casa, non mancano quelle che stanno pagando il mutuo, e che a fine mese, nel momento in cui si avvicina la scadenza con il pagamento delle rate sono problemi, problemi grossi. E allora, cosa fare? Ebbene, serve necessariamente andare a “ristrutturare” il mutuo in corso di pagamento, e per questo ci sono tante strade.

A metterlo in risalto è il portale di comparazione online Supermoney.eu nel sottolineare, innanzitutto, come ci sia la possibilità di andare a rinegoziare le condizioni di finanziamento con il proprio istituto di credito, sempre che la banca poi accetti. Nel dettaglio, la ricontrattazione prevede un accordo sottoscritto da entrambe le parti, con la possibilità, ad esempio, di modificare la tipologia di tasso e/o la durata del piano di ammortamento; il tutto chiaramente con il beneficio, a favore della famiglia, di poter poi andare a pagare un mutuo più sostenibile nel tempo proprio grazie alle condizioni riviste. La banca a sua volta, ed in questo modo, rafforza il legame con il cliente che può così evitare nei casi più gravi l’insolvenza.

E se proprio la banca si rifiuta di rinegoziare il mutuo, allora, a patto però di non essere insolventi, si può tentare la via della surroga o portabilità. Con la portabilità si effettua la stessa operazione della rinegoziazione solo che si fa con una nuova banca; ed il tutto, grazie alle Leggi Bersani, senza costi accessori a carico del mutuatario.