Assicurazioni mutui: parte il confronto

di Redazione Commenta

Spread the love

Nelle scorse settimane l’Isvap, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo, era intervenuto in materia di polizze, ed in particolare quelle associate ai finanziamenti ipotecari stipulati dalle famiglie. Nel dettaglio, l’Isvap, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo, aveva rilevato in merito sia scarsa trasparenza, sia fattori tali da limitare la concorrenza. Ad esempio, una banca non può imporre, contestualmente al mutuo, la stipula di una assicurazione a copertura degli importi erogati per la quale, tra l’altro, spesso c’è a monte un forte conflitto di interesse. Questo significa che il mutuatario può sul mutuo chiaramente stipulare un’assicurazione, ma può farlo anche con una compagnia di assicurazione diversa da quella proposta dalla banca; anche perché spesso l’Istituto di credito a sua volta ha partecipazioni o il controllo totalitario della compagnia assicurativa in questione.

Questo per dire come sinora molto spesso le banche con i mutui c’abbiano guadagnato due volte; con gli interessi applicati sul mutuo e con le provvigioni intascate su polizze che spesso costano in termini di premio anche parecchie migliaia di euro. Ora a quanto pare però il contenzioso potrebbe essere risolto con una conseguente e maggiore concorrenza associata a premi più calmierati a favore della clientela bancaria.

Secondo quanto riportato dal portale di annunci immobiliari online Idealista.it, citando un articolo apparso sul “Sole 24 Ore“, sembra infatti che il contenzioso tra l’Isvap, Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo, e l’Abi sia in via di risoluzione; questo perché proprio l’Associazione Bancaria Italiana ha inviato all’Istituto di Vigilanza una bozza attraverso la quale viene messo nero su bianco l’impegno delle banche a fornire in materia non solo di mutui, ma anche di assicurazioni associate, un’adeguata informativa in modo tale che il contraente possa fare scelte pienamente consapevoli.