Surrogazione mutui a costo zero

di Redazione Commenta

Spread the love

Visto che stiamo attraversando un periodo di lunga crisi, la rata del mutuo per molte persone inizia a pesare a fine mese, come un macigno! Quindi si va necessariamente alla ricerca di un nuovo finanziamento ipotecario, a condizioni più vantaggiose, nonché tagliato su misura e secondo le proprie mutate esigenze proprio a causa della congiuntura sfavorevole che, tra l’altro, porta spesso ad una drammatica contrazione del reddito familiare. E così sempre più famiglie chiedono la portabilità del proprio mutuo dalla vecchia ad una nuova banca; stiamo chiaramente parlando della surrogazione dei mutui a costo zero così come impone la normativa vigente grazie alle cosiddette Leggi Bersani, le “lenzuolate” degli anni scorsi. In questo modo, con la surrogazione, è possibile ottenere una rata e uno spread più basso, si può cambiare tipologia di tasso e, in base alla durata, pagare mensilmente importi decisamente più sostenibili.

Ricordiamo che la condizione da rispettare per la surroga è quella per cui il debito residuo da pagare con la nuova banca coincida con quella del finanziamento ipotecario che è stato spostato dalla vecchia banca. L’ipoteca con la surroga, lo ricordiamo, non viene estinta ma rimane la stessa solo che cambia l’iscrizione dal vecchio al nuovo istituto di credito in modo da rivalersi sull’immobile in caso di insolvenza.

L’offerta migliore di mutuo passa chiaramente attraverso un adeguato confronto tra le offerte presenti sul mercato bancario; ad esempio, può essere in merito interessante valutare le proposte di mutuo utilizzando online un comparatore come quello di Supermoney.eu. E se poi il mutuo stipulato è quello per la prima casa, allora rispetto al finanziamento ipotecario per la casa vacanze il mutuatario può fruire di tutta una serie di agevolazioni, a partire dalla detraibilità dall‘Irpef degli interessi pagati sul mutuo nell’anno precedente in sede di dichiarazione dei redditi. Insomma, se il mutuo è troppo caro, la soluzione c’è, ed è quella di cambiare banca a costo zero.