Prezzi case ancora in discesa

di Redazione Commenta

Il calo inesorabile dei prezzi delle abitazioni in tutte le città d’Italia non accenna a mostrare un segno di rallentamento. Infatti rimane persistente  la crisi del mercato immobiliare italiano. E i numeri divulgati dal bollettino Istat non lasciano molti dubbi in proposito visto che spiegano  che in base alle sue stime preliminari i prezzi delle case sono diminuiti nel terzo trimestre di fila nel nostro paese  ben del 1,2%. E una così elevata  diminuzione si annovera come  l’ottava consecutiva ed è di grandezza doppia riguardo a quanto rilevato nel secondo trimestre (-0,6%). L’Istat spiega inoltre che un andamento di tale genere va attribuito in parte a cause stagionali.

Quali prospettive nel mercato immobiliare in Italia

Le analisi dicono che su base annua i prezzi degli immobili sono diminuiti nel terzo trimestre del 5,3% (il settimo consecutivo), valore più ristretto di quello registrato nel trimestre precedente (-5,9%). Al calo congiunturale hanno concorso le diminuzioni dei prezzi sia degli immobili già esistenti (-1,3%) sia di quelli di nuova costruzione (-0,5%). Ugualmente, la flessione su base annua è lo schema del calo dei prezzi sia delle abitazioni esistenti (-6,8%) sia di quelle di nuova costruzione (-2,0%). Un calo generale che, secondo gli esperti del settore, rende conveniente cercare di strappare un prezzo buono anche per gli appartamenti che si trovano in zone centrali.

In costante diminuzione l’importo medio dei finanziamenti

A partire dall’inizio dell’anno i prezzi delle case hanno avuto una contrazione del 5,7%. In media, nei primi tre trimestri dell’anno in corso, i prezzi delle abitazioni sono diminuiti del 5,7% riguardo al medesimo periodo dell’anno precedente, schema di una discesa dell’1,8% dei prezzi degli immobili di nuova costruzione e del 7,5% dei prezzi di quelle già esistenti.