Postaprotezione Incendio Mutui: non mandare il tuo investimento in fumo…

di Redazione Commenta

Spread the love

A costo di risultare pedante, mi ripeto anche questa volta: non è il caso di prendere sottogamba un investimento, che passa attraverso l’indebitamento, come il mutuo. Un po’ perché in questa epoca di amori fulminei e divorzi facili, il mutuo resta l’unico matrimonio cui si è obbligati a tener fede; un po’ perché si tratta sempre di cifre molto importanti, di interessi che rendono queste stesse cifre ancor più rilevanti, e davvero non ci sembra il caso di affrontare a cuor leggero un argomento che può fare la differenza tra una famiglia felice ed un’altra più preoccupata. Tra le tutele che chi accende un mutuo spesso evita di tenere in considerazione, quella dell’assicurazione è sicuramente la prima e la più urgente.

Di solito, gli italiani vengono tacciati – da essi stessi – di essere un popolo eccessivamente portato ad affidarsi al miracolo di un santo piuttosto che alle proprie risorse. Perché se è vero che un incidente, in questo caso specifico un incendio, può sempre capitare e sempre si rivela un evento devastante, è altrettanto vero che affidare la protezione della propria casa all’acqua benedetta portata dal parroco o a qualche icona appesa a muro è decisamente poco, molto poco se si pensa che un’assicurazione può arrivare invece a rifondere l’intero capitale investito nel caso in cui questo andasse perso a causa di un tragico accadimento.

A chiedere che venga stipulata, contentsualmente all’accensione del mutuo, un’assicurazione obbligatoria a garanzia da eventi rari quali incendio, fulmine o esplosione e scoppio provocati da perdite di gas è sempre la banca, che quanto voi non ha interesse a compromettere il valore del bene oggetto di compravendita immobiliare. Con Postaprotezione Incendi Mutui tutte queste eventualità possono essere assicurate ad un costo che, in linea con il tariffario dei “postini” è assolutamente accessibile. Ne vale la pena!