Regione Sardegna: Mutui agevolati per i giovani agricoltori

di Fil Commenta

Via libera, nella Regione Sardegna, alla agevolazioni sul credito a favore dei giovani imprenditori agricoli sardi. Questo dopo che in data odierna, giovedì 10 febbraio 2011, presso la sede della Sfirs, l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA) da un lato, e la Regione Sardegna dall’altro, hanno siglato un accordo che permette lo stanziamento di oltre undici milioni di euro per la concessione di mutui agevolati ad un tasso variabile tra il 2% ed il 4%. La misura permetterà così il ricambio generazionale nell’agricoltura regionale visto che la finalità di concessione dei mutui è quella per l’acquisizione di aziende agricole o per l’acquisto di terreni. La Regione Sardegna è così la prima in Italia a adottare con l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA) un’iniziativa del genere a sostegno della giovane imprenditoria agricola. La misura, tra l’altro, rientra pienamente nelle azioni per la formazione sul territorio sardo di nuove aziende agricole unitamente alle misure ed alle azioni similari previste dal Programma di sviluppo rurale.

Secondo quanto dichiarato dall’Assessore Prato, con la misura sarà permesso ai giovani di accedere con più facilità al credito attraverso il sistema bancario. Al riguardo il presidente di Ismea ha messo in evidenza come la misura sia subito operativa, e come si contribuirà in questo modo a “ringiovanire” l’agricoltura italiana che è, con un’età media degli imprenditori pari ad oltre 60 anni, una tra le più “anziane” del Vecchio Continente. Inoltre, rispetto al passato nel nostro Paese cresce l’interesse nel fare impresa in agricoltura anche da parte di giovani che non provengono da famiglie che operano nello stesso comparto.

Antonio Tilocca, Presidente della società finanziaria della Regione Sardegna, la Sfirs, ha sottolineato come la misura e, nel complesso, la collaborazione con l’Ismea sarà produttiva visto che la misura adottata, ovverosia quella dei mutui agevolati ai giovani imprenditori, è complementare rispetto ai fondi di garanzia e controgaranzia attivi per il territorio isolano.