Mutui acquisto casa, il trend è in forte crescita rispetto al 2020

di Daniele Pace Commenta

I finanziamenti ricevuti in merito alle richieste di mutuo per l’acquisto della prima casa sono aumentati in misura esponenziale in confronto allo scorso anno, facendo registrare un +43,4% che la dice lunga sulla tendenza che è attualmente in atto. Il primato nazionale è stato registrato in Lombardia, in modo particolare nella zona del pavese e del lodigiano.

I due aspetti che stanno facendo la differenza in questo momento e che spingono tante persone a provvedere all’acquisto di una casa sono rappresentati dal fatto che i tassi di interesse si trovano ai minimi storici, ma non solo. L’altro aspetto interessante da approfondire è che sempre più persone si rendono conto, ad un certo punto della loro vita, di vivere all’interno di realtà eccessivamente piccole e limitate e di conseguenza, questa presa di coscienza sta facendo davvero da traino per le richieste di mutui e le correlate erogazioni.

È quanto è stato messo in evidenza da parte di un’analisi che è stata portata a termine da parte di Kiron, uno dei partner del gruppo Tecnocasa, che ha voluto approfondire in maniera precisa e dettagliata il trend che caratterizza i finanziamenti che hanno come scopo principale quello di consentire l’acquisto di una casa. Mutui concessione alle famiglie che sono risultati essere in forte crescita nel corso dei primi tre mesi di quest’anno.

Proprio nella primissima parte del 2021, le famiglie lombarde hanno ottenuto finanziamenti per l’acquisto di case per una somma complessiva che supera i 3842,1 milioni di euro. Una cifra che permette alla Lombardia di piazzarsi al primo posto in questa particolare classifica in relazione al totale erogato, circa il 43,4% in più in confronto al medesimo trimestre dell’anno scorso.

Scendendo un po’ più nel dettaglio del primato che è stato fatto registrare dalla Lombardia, possiamo notare come Varese sia la città che è stata in grado di far segnare l’aumento maggiore, con un bel +117.1% in confronto allo stesso trimestre di un anno fa. Anche Como ha saputo fare molto bene, facendo registrare un’erogazione di volumi che ha raggiunto una soglia pari a 235,8 milioni di euro, oltre che una variazione positiva sul trimestre di riferimento che arriva fino all’84.7%. Ottimi anche i dati che provengono da Cremona, dove i volumi erogati hanno toccato e superato la soglia di 78 milioni di euro, con un incremento pari al 43.6%.