Famiglie: un terzo della spesa é per il mutuo

di Redazione Commenta

Nel 2009 gli italiani hanno dovuto rinunciare alle spese folli. Lo attesta l’Istat che ha pubblicato uno studio ad hoc sui consumi: la spesa mensile delle famiglie italiane e’ scesa dell’1,7%, tanto da rinunciare alla qualità. nel carrello della spesa infatti gli italiani hanno comprato meno cibo e di minore qualita’. Il valore del calo si attestato al 3%, pari a 461 euro in meno rispetto al 2008. Il mutuo infatti grava sulle famiglie italiane: il mutuo per quasi 3 milioni di famiglie rappresenta una spesa pari, in media, a 510 euro al mese. Le famiglie in affitto risultano essere il 17,1%, dato immodificato rispetto al 2008, con una spesa media effettiva per l’affitto pari a 372 euro. Il 74% delle famiglie vive in abitazione di proprietà e di queste il 15,9% ha un mutuo da pagare pari a circa 510€ al mese (465€ nel 2008).

Il calo dei consumi registrato dall’Istat per il 2009 é un segnale grave che dimostra lo stato di disagio economico in cui versano i cittadini e il dilagare di un crescente stato di povertà che fa diminuire gli acquisti – sottolinea il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – A destare estrema preoccupazione è soprattutto il dato sui generi alimentari, con 1 famiglia su 3 che ha ridotto i consumi in questo settore nel 2009 ciò significa che per far fronte alla crisi e al carovita dilagante, i cittadini sono costretti a mangiare di meno e tirare la cinghia anche su beni primari come il cibo.

Lo scorso è stato un anno particolarmente critico per l’economia nel suo complesso e il mercato del credito ha assorbito inevitabilmente le difficoltà che le famiglie hanno incontrato nel pagamento delle rate del mutuo. Infatti nel corso del 2010 quasi 15 mila famiglie hanno richiesto la sospensione del mutuo; questi dati si riferiscono ai mesi che vanno da febbraio ad aprile del 2010, per un importo di quasi 2,3 miliardi di euro.