Mutui, rate sospese per l’intero anno 2021: tutte le novità

di Daniele Pace Commenta

Una delle ultime e più interessanti novità è rappresentata dal fatto che le rate dei mutui potranno sospendere per tutto il 2021, fino alla fine dell’anno. Si tratta di una misura che è stato possibile mettere in atto grazie al decreto legge sostegni-bis. La sospensione, è fondamentale mettere in evidenza, non va ad attivarsi in via del tutto automatica, e la cui richiesta di conseguenza porterà un notevole aumento degli interessi che si dovranno pagare.

Quindi, è importante anche sottolineare come il “Fondo Gasparini”, che è stato reso più completo con il riferimento anche nei confronti degli autonomi grazie al decreto legge 18/2020, venne proposto con l’incontro di cercare di soddisfare le esigenze di tutti quei contribuenti che si sono trovate in grandissima difficoltà nel momento in cui hanno dovuto ottemperare ad un mutuo per colpa degli effetti negativi della pandemia.

Grazie alla norma che è stata introdotta nell’articolo 64, quindi, il decreto legge Sostegni-bis non fa altro che prorogare la sospensione, che in ogni caso non si svolgerà in via del tutto automatica, ma sarà sempre e solo collegata ad una richiesta ben determinata. Si tratta di sospensioni che, da un certo punto di vista, hanno limitato notevolmente i pericoli che riguardano il credito che viene concesso alle famiglie. In base alle stime che sono state realizzate da parte del Sistema di Informazioni Creditizie del Crif, il tasso di default è arrivato a toccare addirittura l’1,4%.

Riuscire a contenere e a delimitare il più possibile la rischiosità del credito che viene garantito alle famiglie: si tratta di un aspetto fondamentale in un momento storico che è pesantemente condizionato da parte dell’emergenza pandemica. Le moratorie che hanno di fatto bloccato le rate, quindi, hanno rivestito un ruolo di primo piano. La dinamica dei redditi, ma anche le prospettive non sicuramente eccezionali che riguardano il mercato del lavoro, potrebbero influenzare negativamente sulla possibilità di riavviare il pagamento delle rate una volta che il periodo di sospensione sarà terminato.

Proprio per merito delle moratorie, come è stato ben messo in evidenza da parte del Crif, circa il 3,6% dei contratti rateali, al momento, è di fatto sospeso. In tal senso, va detto che ad influenzare tali numeri sono in modo particolare i mutui che si caratterizzano per avere delle rate maggiori. Infine, è bene chiarire come tale sospensione sia garantita anche a liberi professionisti e ad autonomi, inclusi artigiani e commercianti.