Mercato dei mutui, come orientarsi?

di Redazione Commenta

La possibilità di risparmiare realmente esiste, ma su quali tipologie?

Il mercato dei mutui, anche a giudicare dai dati di febbraio 2015 che hanno fatto registrare un vero e proprio boom, pare attraversare un buon momento di forma.

Tuttavia, vale la pena di prendere una lente di ingrandimento ed osservare la situazione più da vicino.

E’ opportuno distinguere fra la situazione di chi vuole fare un mutuo per acquistare casa e chi vuole effettuare operazioni di surroga in confronto a un mutuo precedente, per approfittare di tassi così bassi. Sono queste ultime che hanno fatto lievitare particolarmente i volumi del mercato negli ultimi due mesi ha acquisito un peso rilevante, non solo per quanto riguarda le richieste ma ormai anche per ciò che concerne le erogazioni. A gennaio sono state circa il 50 per cento, i dati provvisori di febbraio mostrano un ulteriore incremento, fino al 60 per cento.

E i mutui nuovi? Gli esperti sottolineano:

Il mercato dei nuovi mutui va più a rilento, perché è quello della casa che ancora stenta a riprendersi. I prezzi restano in stallo o, al limite, si sono di poco incrementati e le erogazioni sono cresciute del 5-10 per cento. Non si può prevedere che vada molto meglio quest’anno. non ci sono tutte le condizioni economiche che possano indirizzare verso un investimento di questo tipo da parte di una platea più ampia di famiglie. Per quanto riguarda l’acquisto della casa, fare il mutuo è molto conveniente perché è più facile ottenerlo, dato che le banche non hanno particolari assilli di attenzione alla situazione dei bilanci come poteva essere tre anni fa. Ottenere finanziamenti fino all’80% del valore dell’immobile non è troppo difficile. E poi, come abbiamo detto, i tassi sono particolarmente bassi. tanto da far valutare allo stesso modo il fisso e il variabile. su quest’ultimo si paga, in pratica, solo lo spread, tra l’1,65 e l’1,80 per cento. e nei prossimi mesi potrebbe scendere ancora.