Mutui e terremoto

di Sofia Martini Commenta

Cosa c’entra l’accensione di un mutuo con il sisma che ha interessato l’Emilia Romagna?

Poco e niente se la risonanza maggiore viene data all’introduzione di nuove accise sui carburanti per aiutare le popolazioni in difficoltà.

Ad una lettura più attenta del decreto, però le misure varate dal governo interessano anche i mutui

In seguito al terremoto che ha coinvolto il nord Italia ed in particolare il modenese, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri un decreto legge che offre una serie di strumenti per affrontare la crisi che interessa sia le imprese che i privati.

In primo luogo saranno distribuiti su richiesta dei contributi a fondo perduto finalizzati alla riparazione e alla ristrutturazione di tutte le case che sono state danneggiate dal terremoto. Gli stessi fondi saranno distribuiti anche per la rimessa in funzione dei servizi come le scuole, per gli interventi sui beni artistici e per le imprese.

Altri finanziamenti saranno offerti con un conto a rotazione e un fondo di garanzia. Ma soprattutto, quel che interessa da vicino i mutuatari è che si potranno prorogare i pagamenti relativi alle rate del mutuo. Contestualmente si può chiedere la sospensione degli adempimenti processuali relativi a versamenti non effettuati e pratiche di sfratto.