Mutuo a tasso variabile di Banca Carige

di Fil Commenta

 Un finanziamento ipotecario fino a 30 anni, per chi vuole pagare le rate con un’indicizzazione in linea con le evoluzioni di mercato e, quindi, pagare nel corso del piano di ammortamento degli importi più contenuti nel caso di presenza di tassi di interesse al ribasso. Possiamo riassumerlo così il “Mutuo a Tasso Variabile” di Banca Carige, un prodotto grazie al quale è possibile finanziare fino all’80% del valore dell’immobile a fronte di un’indicizzazione al tasso euribor più lo spread definito in sede di stipula. La modalità di rimborso del “Mutuo a Tasso Variabile” di Banca Carige è quella classica, ovverosia a rate mensili, a fronte di spese di perizia a carico del mutuatario, e spese di istruttoria pari al cinque per mille del capitale mutuato con un minimo di 250 euro. Al prodotto sono associate due coperture assicurative: “Carige Incendio e Furto” che protegge l’immobile messo a garanzia ipotecaria, e “Carige Domani Mutuo” che protegge dai rischi legati all’impossibilità di saldare temporaneamente le rate mensili o rimborsare l’intero debito residuo in caso di eventi di una certa gravità.

Al fine di trovare, ma soprattutto acquistare la casa ideale, Banca Carige propone comunque, oltre al mutuo a tasso variabile, anche quello a tasso fisso, oppure formule di finanziamento ipotecario più innovative e flessibili come il mutuo a tasso variabile ed a rate costanti, il mutuo con tetto, e prodotti come il “NeoMutuo CarigeFlex”.

NeoMutuo CarigeFlex” è uno degli ultimi arrivati in casa Carige e permette di poter sfruttare l’attuale differenziale di costo tra i mutui fissi e quelli variabili. Nel dettaglio, il prodotto offre il tasso variabile per i primi tre anni, e poi dal quarto anno in poi, e fino al termine del piano di ammortamento, il prodotto passa con il tasso fisso. Il vantaggio è la tranquillità del prodotto è data dal fatto che il tasso fisso che scatta dal quarto anno lo si conosce subito, in sede di stipula contrattuale.