Consumatori, maggiori tutele sul mutuo dal 2016

di Sofia Martini Commenta

Quali benefici a partire dal prossimo anno?

Malgrado negli ultimi mesi circolasse insistentemente una voce circa la possibile reintroduzione delle penali sull’estinzione anticipata e sulla surroga o trasferimento del mutuo casa, sembra proprio che nulla di tutto ciò succederà davvero.

Non solo: il tanto temuto adeguamento alla normativa europea porterà addirittura diversi benefici, sotto forma di maggiori tutele per i consumatori. Una volta tanto, una buona notizia.

La legge di delegazione europea, approvata pochi giorni fa dal Consiglio dei Ministri, ha infatti messo nero su bianco tutti i provvedimenti che verranno presi per recepire la direttiva europea sui mutui. In particolare, il ddl stabilisce anche che la banca non potrà chiedere in alcun modo commissioni o penali al cliente che desidera estinguere anticipatamente il proprio mutuo casa. Oltre a ciò, è prevista l’introduzione di nuove tutele per il consumatore. Vediamole nel dettaglio.

Mutuo casa, 7 giorni di riflessione per confrontare le offerte

La legge introduce un periodo di riflessione di 7 giorni, durante il quale il consumatore avrà la possibilità, dopo aver ricevuto la proposta di contratto con specificate le condizioni economiche del prodotto, di confrontare le varie alternative proposte dalle altre banche. L’idea è quindi di promuovere la maggiore trasparenza possibile nel settore, a beneficio del consumatore, che avrà a disposizione tutti gli strumenti necessari per compiere scelte più vantaggiose e consapevoli.

I consumatori potranno anche godere di un ragionevole periodo di tolleranzain caso di ritardo nel pagamento della rata mensile del mutuo casa. Ciò significa che le banche non saranno autorizzate a far partire immediatamente procedure di pignoramento del bene immobile gravato da ipoteca. Si stabilisce inoltre che, in caso di pignoramento e vendita all’asta dell’immobile, se questo venisse venduto ad un valore inferiore al debito residuo, il credito può comunque venire cancellato.