I vantaggi per chi associa un mutuo a un conto corrente

di Sofia Martini Commenta

A volte condizioni di rimborso alquanto vantaggiose provengono da necessità concorrenziali che portano ad agevolare chi oltre al mutuo intrattiene con la banca altri rapporti, quali ad esempio conti correnti, conti deposito e investimenti.

I vantaggi fiscali periodicamente accordati al fine di facilitare l’accesso al credito non rappresentano ad oggi l’unica possibilità di risparmio dal punto di vista immobiliare.

mutuo-casa-939532-150x150

A volte condizioni di rimborso più vantaggiose provengono da necessità concorrenziali che portano ad agevolare chi oltre al mutuo intrattiene con la banca altri rapporti, conti correnti, conti deposito e investimenti.

Un esempio?

CheBanca! propone la possibilità di valorizzare le somme depositate in conto abbinando il finanziamento casaMutuo Risparmio al Conto Corrente o al Conto Tascabile CheBanca! Senza avere necessariamente vincoli di deposito, e potendo quindi utilizzare liberamente le somme disponibili, il cliente sottoscrive un mutuo a tasso variabile con rate che saranno più leggere in proporzione al totale dei risparmi che ha presso la banca. Gli interessi del Mutuo Risparmio infatti non vengono calcolati sul capitale residuo da rimborsare, ma sulla differenza tra il capitale residuo e la somma dei saldi contabili medi del conto, o dei conti CheBanca! intestati al cliente, calcolati di mese di mese. Per quanto riguarda il tasso, l’indice di riferimento resta l’Euribor 3 mesi/365.

ING Direct offre una riduzione dello spread e degli interessi di Mutuo Arancio destinata a chi utilizza Conto Corrente Arancio per l’addebito mensile delle rate del finanziamento casa. Questa agevolazione è valida sia per i mutui a tasso fisso e a tasso fisso rinegoziabile che per i mutui a tasso variabile. Più nel dettaglio, a partire dalla terza rata si offre ai titolari di un Mutuo e di un Conto Corrente Arancio una riduzione dello 0,30% sullo spread del mutuo a tasso variabile e uno sconto di 30 euro sugli interessi del mutuo a tasso fisso dalla terza alla centoventesima rata del piano.