Simulazioni su CreaCasa

di Sofia Martini Commenta


CreaCasa
fa parte del gruppo Credem ed oggi vogliamo provare a fare delle simulazioni per una categoria molto particolare di aspiranti mutuatari e capire se questa banca può effettivamente concedere prestiti ai trentenni che scelgono il fisso ed hanno un reddito “medio” di 1200 euro.

Siamo partiti dalla voglia di avere un tetto sulla testa che arrivati a trent’anni può anche dirsi “spontaneo”. Peccato che a questa età siano pochi i giovani che hanno un lavoro molto stabile ed altrettanto ben pagato. Per loro ci sono speranze?

CreaCasa è balzata in cima alle classifiche delle banche che offrono mutui vantaggiosi ma ad una prima prova empirica non ci sembra così accessibile. Spieghiamoci meglio.

Facciamo il caso di un mutuatario che voglia essere al riparo dalle ansie legate alla variabilità dei tassi e per questo scelga un prodotto “tranquillo” a tasso fisso per comprare una casa, la prima casa.

Poniamo il caso che essendo parte di una coppia giovane voglia una casa modesta del valore di 150 mila euro ma abbia la disponibilità economica per anticiparne in contanti soltanto 30.000. A questo punto il mutuo dovrebbe essere di 120.000 euro magari da rimborsare in 20 anni, ma con 1200 euro al centro Italia, questo prodotto è fuori target.

L’esito fornito dal simulatore online è negativo. Bisogna dichiarare e dimostrare di avere un reddito di almeno 2.200 euro. La rata calcolata è di 882 euro circa ma non è possibile conoscere subito le condizioni applicate dall’istituto di credito.